Conferenza stampa


26.09.2017

Evoluzione dei costi della salute

I costi continuano a salire - l'intervento tariffale del Consiglio federale si dimostra di dubbia efficacia

Nel 2016 i costi nell'assicurazione obbligatoria delle cure medico-sanitarie (AOMS) sono saliti del 3,8 per cento per persona assicurata. In considerazione della lieve crescita dei salari e del rincaro, questo incremento a carico degli assicurati che persevera ormai da anni desta più di qualche preoccupazione. Nel 2016 sono stati i costi nel settore ambulatoriale ospedaliero a registrare l'aumento più consistente, ossia dell’8,0 per cento, tra i gruppi di costo più importanti. santésuisse ritiene che l'intervento tariffale del Consiglio federale nel settore delle prestazioni ambulatoriali non produrrà nessun effetto calmierante sui costi nel 2018.

Con un incremento del 3,8 per cento per persona assicurata, i costi della salute continuano a crescere tra il 3 e il 5 per cento sul lungo periodo. L'aumento si manifesta in modo molto diffe-rente per i singoli gruppi di costo.

I costi ambulatoriali crescono, mentre i costi ospedalieri stazionari calano grazie ai maggiori contributi cantonali

Nel 2016 i costi per le prestazioni ospedaliere ambulatoriali sono saliti dell’8,0 per cento per persona assicurata e costituiscono quindi l'aumento più consistente tra i gruppi di costo più impor-tanti. I trattamenti ambulatoriali effettuati dai medici con studio proprio sono aumentati del 3,5 per cento per assicurato. I costi nel settore ambulatoriale sono interamente a carico degli assicu-rati. I costi per le degenze ospedaliere sono scesi dell'1,4 per cento per persona. Questo effetto calmierante per chi paga i premi è dovuto al fatto che i Cantoni sono stati obbligati a portare la loro quota di finanziamento al 55 per cento all’inizio del 2017.

Il mancato adeguamento dei prezzi contribuisce a mantenere alto il costo dei medicamenti

Per quanto riguarda il settore dei medicamenti, i costi delle farmacie e dei medicinali dispensati dai medici sono aumentati complessivamente del 4,6 per cento a persona. A seguito di una de-cisione del Tribunale federale, nel 2015 e 2016 l'Ufficio federale della sanità pubblica non ha ve-rificato i medicamenti e quindi non ne ha abbassato i prezzi, e questo ha contribuito al progressivo incremento del loro costo. Inoltre, i medicamenti più datati vengono gradualmente sostituiti da nuovi medicamenti più costosi.

Un incremento dei costi superiore alla media si è registrato nei gruppi di costo fisioterapia (+10,2 per cento), Spitex (+8,4 per cento) e laboratorio (+6,3 per cento). La loro incidenza sull'aumento complessivo dei costi cresce di rilevanza, poiché questi tre ambiti fatturano già 2,6 miliardi dei costi complessivi di 31,7 miliardi di franchi.

Dall'intervento tariffale del Consiglio federale non ci si può aspettare un contenimento dei costi

Dall'intervento nella tariffa TARMED in vigore dal 1° gennaio 2018 il Consiglio federale si attende un risparmio di 470 milioni di franchi nel settore delle cure mediche e ospedaliere ambula-toriali, ovvero circa 1,5 punti percentuali sui premi per persona assicurata. Invece, santésuisse non prevede alcun risparmio. I medici e gli ospedali potranno compensare verso l'alto le ridu-zioni tariffali aumentando il volume delle prestazioni fatturate o facendo ricorso ad altre posizioni di conteggio nel TARMED, come ad esempio la «prestazione medica in assenza del paziente». Per Verena Nold, direttrice di santésuisse, il Consiglio federale agisce in modo perlomeno imprudente: «Prima di procedere ad adeguare i premi ci deve essere la certezza di un effettivo risparmio. Senza una stima certa si corre il rischio che gli assicurati saranno chiamati a pagare le conseguenze l'anno successivo, poiché le mancate entrate in premi dell'anno precedente andranno a sommarsi al solito incremento dei costi. E gli assicurati faranno fatica a capire una simile oscillazione dei premi».

Contatto

Documenti

Ulteriori informazioni

In qualità di associazione di settore degli assicuratori malattia svizzeri, santésuisse promuove un sistema sanitario liberale, sociale ed economicamente sostenibile, che si caratterizza per la gestione efficiente dei mezzi e delle prestazioni sanitarie di elevata qualità a prezzi equi.