santésuisse sostiene l’introduzione di formati di scambio elettronico per la cartella informatizzata del paziente (CIP)

Consultazione


24.10.2017

santésuisse sostiene l’introduzione di formati di scambio elettronico per la cartella informatizzata del paziente (CIP)

disponibile solo in tedesco

santésuisse sostiene l’introduzione di formati di scambio elettronico nell’ambito della cartella informatizzata del paziente (CIP). I formati di scambio favoriscono il trattamento rapido, efficace e largamente automatizzato di dati e informazioni nei settori delle vaccinazioni, dei medicinali e delle analisi di laboratorio. In tal modo, forniscono un contributo sostanziale al miglioramento della prevenzione in materia di vaccinazioni, nonché all’aumento della sicurezza, della qualità e dell’efficacia della diagnosi e del trattamento. Viceversa, santésuisse non comprende il motivo per cui non possa utilizzarsi il numero d’identificazione del paziente, creato specialmente nel contesto del CIP ai sensi dell’art. 4 LCIP. L’assenza di una chiara determinazione del un numero d’identificazione del paziente da utilizzare è contraria ai principi di standardizzazione dei formati di scambio elettronico. Nel caso di numeri di identificazioni differenti, sussiste il rischio di confusione o di conflitti di dati.

 

 

Contatto