Communiqué: Assemblea generale di santésuisse: dare centralità alla qualità e all’economicità

Conferenza stampa


indietro
18.06.2018

Penalizzare la qualità scadente

Communiqué: Assemblea generale di santésuisse: dare centralità alla qualità e all’economicità

La qualità medica è una misura determinante per far crescere l’assistenza sanitaria del nostro paese. Migliorare e documentare in modo trasparente la qualità va a beneficio di tutta la popolazione. I fornitori di prestazioni che non soddisfano i criteri di qualità richiesti dovranno essere soggetti a sanzioni in futuro.

La garanzia della qualità nella sanità svizzera è stato l’argomento centrale affrontato dall’assemblea generale di santésuisse. La popolazione svizzera ha senza dubbio accesso a un sistema sanitario di altissimo livello che, tuttavia, denota un problema centrale: la documentazione insufficiente della qualità e la scarsa efficienza. Gli esperti del settore e il Consiglio federale ritengono che il 20 per cento delle prestazioni mediche dispensate non generano un valore aggiunto per i pazienti. Il consigliere nazionale Heinz Brand, presidente di santésuisse, afferma che «i mezzi investiti non vengono impiegati al meglio. Il nostro sistema sanitario è troppo caro e non possiamo permetterci di remunerare prestazioni superflue e di qualità scadente».

Programmi di garanzia della qualità anche nel settore ambulatoriale

Sebbene la legge sull’assicurazione malattia ne preveda l’attuazione da due decenni, i programmi di garanzia della qualità standard e sistematici nel settore ambulatoriale non si sono potuti attuare finora a causa dell’opposizione dei medici. L’assicurazione malattia obbligatoria sancisce il principio della fiducia secondo cui è il medico a stabilire il tipo di trattamento in base allo stato delle conoscenze mediche. Questa libertà di trattamento molto ampia attribuisce una gravosa responsabilità al medico. La qualità della prestazione medica va definita in termini di valore aggiunto per il paziente.

La decisione presa dal Consiglio nazionale durante la sessione estiva di obbligare gli assicuratori malattia e i fornitori di prestazioni a concludere convenzioni concernenti la qualità e imporre sanzioni efficaci può contribuire a migliorare nettamente l’attuale situazione. Comminare sanzioni in futuro ai fornitori di prestazioni che palesemente dispensano prestazioni insufficienti o superflue va a tutto vantaggio dei pazienti e di chi paga i premi e le imposte. Attualmente non è possibile intervenire con sanzioni negli ospedali o negli studi medici nemmeno in caso di errori macroscopici.

 

Contatto

Documenti


Ulteriori informazioni

In qualità di associazione di settore degli assicuratori malattia svizzeri, santésuisse promuove un sistema sanitario liberale, sociale ed economicamente sostenibile, che si caratterizza per la gestione efficiente dei mezzi e delle prestazioni sanitarie di elevata qualità a prezzi equi.