Focus


indietro
07.06.2019

Fornitori di prestazioni, assicuratori malattia e politica devono dare prova di impegno

Competizione di qualità nella sanità

La legge e l'ordinanza impongono ai fornitori di prestazioni e alle loro associazioni professionali di organizzare e attuare la garanzia della qualità con la partecipazione obbligatoria degli assicuratori malattia.

I fornitori di prestazioni ambulatoriali non hanno ancora prodotto le basi per misurare la qualità secondo criteri standard e sistematici e consentire così di individuare la qualità insufficiente e i trattamenti superflui. Esattamente il contrario di quanto accade nel settore ospedaliero, dove l'«Associazione nazionale per lo sviluppo della qualità in ospedali e cliniche» (ANQ) è molto attiva, offrendo al paziente gli strumenti utili a raffrontare la qualità e avere i necessari punti di riferimento per decidere in quale ospedale farsi ricoverare.

Imporre la misurazione della qualità in modo capillare

Disporre di indicatori e dati sui risultati dei trattamenti è una premessa essenziale per far funzionare la competizione di qualità anche nel settore ambulatoriale. Senza dati capillari, comparabili e trasparenti, non siamo in grado di raffrontare la qualità delle prestazioni mediche. Occorre stilare, concludere e attuare contratti di qualità secondo il principio «nessuna convenzione (sulla struttura) tariffale senza contratto di qualità». Tramite la formazione del contratto si creano le premesse per sanzionare i singoli fornitori di prestazioni che non prendono parte alle misure di garanzia della qualità. La pubblicazione trasparente di informazioni sulla qualità promuove la competizione tra i fornitori di prestazioni.

Imporre la qualità ai fornitori di prestazioni

Il legislatore ha il dovere di adeguare le condizioni quadro in modo da vincolare i fornitori di prestazioni a elaborare concetti di qualità, a misurare e fornire indicatori di qualità e sanzionarli in caso di inadempimento.

 

Che cosa significa competizione di qualità in concreto?

I punti strategici centrali di santésuisse:

  • santésuisse promuove un ruolo attivo degli assicuratori nell'attuare la strategia della qualità della Confederazione.
  • santésuisse chiede concetti di qualità idonei a misurare la qualità dei risultati, a registrarli in modo omogeneo e comparabile ed a comunicarli con trasparenza.
  • santésuisse promuove e collabora all'istituzione di una piattaforma di qualità nazionale ampiamente condivisa.
  • santésuisse chiede l'adeguamento delle condizioni quadro per conferire maggior peso all'attuazione dei concetti di qualità.
  • santésuisse avvia procedure d'arbitrato per sanzionare i fornitori di prestazioni che non prendono parte alle misurazioni di qualità concordate.
  • santésuisse supporta l'approntamento di sistemi di misurazione idonei, la verifica dell'adeguatezza di questi concetti tramite progetti pilota e la valutazione ed esposizione dei dati qualitativi. Le attività finalizzate alla qualità vengono supportate soltanto se i risultati delle misurazioni vengono pubblicati in modo trasparente senza essere coperti da anonimato.
  • Nel quadro di contratti di qualità in seno a convenzioni (sulle strutture) tariffali e concetti di qualità concordati, santésuisse collabora con i fornitori di prestazioni per approntare sistemi di incentivazione idonei a creare una competizione di qualità capillare tra i fornitori di prestazioni.

Contatto