Focus

indietro
28.02.2020

Sgravare subito gli assicurati

Sì al pacchetto per contenere i costi

Finalmente si avanzano proposte concrete per ridurre le spese superflue nella sanità a tutto vantaggio di chi paga i premi. Già solo l'introduzione di un sistema di prezzi di riferimento per i generici consentirebbe di risparmiare 400 milioni di franchi l'anno.

Nel primo pacchetto di misure di contenimento dei costi, il Consiglio federale ha previsto dieci misure incisive, di cui nove riguardano direttamente l'assicurazione obbligatoria delle cure medico-sanitarie (AOMS). Tra queste, la promozione degli importi forfettari ambulatoriali, i quali presentano molti vantaggi rispetto alla tariffa per singola prestazione, perché semplificano l'emissione e il controllo delle fatture, aumentano la trasparenza e  contribuiscono a evitare prestazioni inutili. L'introduzione di un sistema di prezzi di riferimento per i medicamenti non più coperti da brevetto, ossia i generici, permetterebbe di risparmiare 400 milioni di franchi, senza incidere assolutamente sulla qualità dell'assistenza sanitaria.

Diritto di ricorso a  favore di chi paga i premi

Nessuna istituzione e nessun attore sono legittimati ad agire in giudizio in caso di offerta eccedentaria di prestazioni dovuta alla errata pianificazione degli ospedali e delle case di cura di un Cantone. Nessuno può ricorrere contro i costi che ne conseguono. Una situazione inadeguata che impedisce di verificare la pianificazione dell'assistenza sanitaria. Contrariamente a quanto accade nell'economia, la sanità si distingue per la quasi assenza  di innovazioni in tema di sostenibilità finanziaria, specie in tema di migliore efficienza. L'articolo sulla sperimentazione pone le basi legali per progetti pilota limitati nel tempo per appurare l'efficacia delle misure tese a contenere i costi prima di una loro introduzione.

Contatto