Prese di posizione politiche di santésuisse

santésuisse formula prese di posizione pubbliche e politiche e le coordina tra i propri membri e partner attivi a livello di politica federale. In veste di associazione di settore degli assicuratori malattia, la Confederazione invita regolarmente santésuisse a pronunciarsi nell'ambito della procedura di consultazione su argomenti di politica sanitaria.

Qui di seguito sono riportati i pareri e le risposte espressi da santésuisse nelle procedure di consultazione e audizioni della Confederazione e dei Cantoni su argomenti concernenti gli assicuratori malattia.



26.03.2024
Consultazione

Revisione della legge sugli agenti terapeutici

Le modifiche apportate alla legge sugli agenti terapeutici (LATer) prevedono nuove regolamentazioni sulla produzione e distribuzione di medicamenti per terapie avanzate (ATMP). A tale scopo si riprendono alcune normative concernenti tali prodotti già considerate nella legge sui trapianti. Nello stesso tempo ci si allinea alla normativa europea, consolidando così la certezza del diritto. Cosa che trova l'approvazione di santésuisse. Di contro, tali adeguamenti comporteranno verosimilmente dei costi aggiuntivi di certo non irrilevanti. Ciò andrà contrastato con provvedimenti idonei ad arginare i costi. santésuisse appoggia pienamente l'intenzione di obbligare i professionisti della sanità a prescrivere in formato elettronico le ricette per medicamenti e dispositivi medici. Alcune modifiche riguardano inoltre la sicurezza dei pazienti con l'introduzione di un piano farmacologico elettronico e, per determinati fornitori di prestazioni, l'impiego obbligatorio di un calcolatore elettronico per le dosi pediatriche. santésuisse approva vivamente la promozione della sicurezza dei pazienti nella terapia farmacologica, in particolare nel ramo della pediatria. La digitalizzazione invocata da anni in questi settori è un passo importante per migliorare l'efficienza dei costi, garantire maggiore trasparenza e migliorare la qualità dell'assistenza sanitaria.


22.03.2024
Consultazione

Revisione della legge sulle epidemie

santésuisse approva in linea di massima gli adeguamenti previsti per la legge sulle epidemie. Essi possono infatti contribuire in misura essenziale a tutelare meglio la salute delle persone in caso di epidemia e permettono di adottare tempestivamente le misure necessarie a tale scopo. Per quanto concerne la nuova regolamentazione del finanziamento dei test, dei vaccini e dei medicamenti in situazioni epidemiologiche specifiche, santésuisse chiede però di attribuire maggiori doveri alla Confederazione rispetto agli assicuratori malattia. Si tratta in primo luogo di prestazioni di natura preventiva o epidemiologica che non rientrano nella sfera di competenza della LAMal. L'assicurazione obbligatoria delle cure medico-sanitarie prende in carico tutte le prestazioni dispensate per curare le malattie, mentre la Confederazione e i Cantoni si assumono le prestazioni preventive. santésuisse giudica inoltre opportuno che in futuro si possa disporre di dati più precisi ed esaurienti sul consumo e l'impiego di sostanze antimicrobiche nel settore sia ambulatoriale che stazionario. Questi dati consentiranno di valutare meglio in che misura l'impiego di antibiotici si conformi alle esistenti direttive e raccomandazioni nazionali e internazionali. santésuisse ritiene più efficace rilevare questi dati non presso gli assicuratori malattia, ma direttamente alla fonte presso i medici. Costoro dispongono infatti di tutte le informazioni necessarie e possono garantire la protezione dei dati nel modo migliore.


04.03.2024
Consultazione

Modifica della legge federale sull’assicurazione malattie (LAMal) - assicurazione di persone detenute

La modifica della LAMal prevede l’introduzione dell’obbligo assicurativo per persone detenute non domiciliate in Svizzera. santésuisse vi si oppone energicamente. A parte il fatto di essere detenute, queste persone non hanno nessunissimo legame con la Svizzera. Dobbiamo presumere che segnatamente gli oneri amministrativi e i costi di prestazione straordinariamente alti correlati a queste persone comporteranno un ulteriore carico per l’attuale collettivo di assicurati. Riuscire a riscuotere i premi arretrati o non pagati si prospetta praticamente impossibile, in particolare una volta scontata la pena detentiva. L’unico obiettivo del progetto sembra essere quello di addebitare i costi per i casi di malattia delle persone detenute senza domicilio in Svizzera all’AOMS; costi che per adesso sono a carico dei Cantoni. Non sembra inoltre fattibile la proposta di offrire la possibilità ai Cantoni di scegliere una forma particolare d’assicurazione con premio più basso per tutte le persone detenute, a prescindere dal loro domicilio. Le condizioni assicurative legate alla scelta di una forma particolare d’assicurazione vanno rispettate in modo uguale da tutte le persone assicurate. L’attuazione delle direttive si rivela una sfida gravosa se non impossibile, in particolare in un contesto di detenzione. In ultima analisi il progetto serve solo a evitare i premi, ma non a evitare i costi. Disponibile solo in tedesco


02.02.2024
Consultazione

Modifica dell’ordinanza sull’assicurazione malattie (OAMal) e dell’ordinanza del DFI sulle prestazioni nell'assicurazione obbligatoria delle cure medico-sanitarie (OPre)

santésuisse appoggia l'autorizzazione di organizzazioni di farmacisti e le organizzazioni di dentisti. In questo modo si procede all'equiparazione di tutti i fornitori di prestazioni che dispensano a carico dell'AOMS. santésuisse auspica che queste organizzazioni possano fornire le relative prestazioni a carico dell'AOMS in modo più economico, considerati i vantaggi derivanti dalle economie di scala. E quindi auspica che ne possa trarre beneficio anche chi paga i premi. Inoltre, santésuisse è favorevole anche ai seguenti provvedimenti: - il laboratorio non deve più intestare la fattura al debitore per le analisi di laboratorio che rientrano in una tariffa forfettaria nel settore ambulatoriale. In questo modo si contribuisce a dare maggiore concretezza al potenziale di risparmio insito nei forfait ambulatoriali; - gli assicurati devono poter passare da un’assicurazione con libera scelta dei fornitori di prestazioni a un modello assicurativo con scelta limitata dei fornitori. In questa maniera si promuovono i modelli assicurativi alternativi e si rafforza il senso di responsabilità degli assicurati.



Persona di contatto

Compiti del Servizio giuridico

Il Servizio giuridico di santésuisse coordina i pareri e le prese di posizione su progetti cantonali o federali e in questo modo incide sulla politica sanitaria della Confederazione, dei Cantoni e dei Comuni. Il Servizio consiglia i membri su questioni concernenti l’assicurazione malattia e infortuni in particolare e della sanità in generale.

I pareri e le risposte alle consultazioni sono formulati da specialisti di santésuisse e, a seconda dell’argomento, in collaborazione con tarifsuisse sa, SASIS SA e SVK; dopo essere stati esaminati dai competenti gruppi di lavoro, i pareri vengono trasmessi ai membri per presa di posizione. I progetti di importanza politica vengono coordinati sempre con il Settore politica e il Gruppo di lavoro politica sanitaria.

I pareri e le prese di posizione sono disponibili al grande pubblico su questa pagina. Prima di inoltrarlo, si valuta se sia opportuno o necessario accompagnare il parere con un comunicato stampa.