Prese di posizione politiche di santésuisse

santésuisse formula prese di posizione pubbliche e politiche e le coordina tra i propri membri e partner attivi a livello di politica federale. In veste di associazione di settore degli assicuratori malattia, la Confederazione invita regolarmente santésuisse a pronunciarsi nell'ambito della procedura di consultazione su argomenti di politica sanitaria.

Qui di seguito sono riportati i pareri e le risposte espressi da santésuisse nelle procedure di consultazione e audizioni della Confederazione e dei Cantoni su argomenti concernenti gli assicuratori malattia.



15.05.2020
Consultazione

Canton Nidvaldo: revisione parziale della legge di applicazione della LAMal (legge cantonale)

santésuisse accoglie con ampio favore la revisione parziale della legge cantonale per l’attuazione della LAMal. L'introduzione di tariffe di riferimento per il finanziamento dei costi residui può comportare costi aggiuntivi per le persone curate in un altro cantone. Questa modifica tende a ostacolare la concorrenza intercantonale tra le case di cura, pertanto santésuisse raccomanda di mantenere il finanziamento esistente secondo l'art. 28e cpv.1-4 della legge per l’attuazione della LAMal (legge cantonale). Disponibile solo in tedesco


30.04.2020
Consultazione

Canton Vaud: presa di posizione di santésuisse sulla proroga del decreto sulla regolamentazione delle attrezzature tecnico-mediche di grandi dimensioni

santésuisse accoglie favorevolmente l’intenzione del Canton Vaud di continuare ad affrontare il problema dell'eccesso dell’offerta di attrezzature tecnico-mediche in modo attivo. Data l’ulteriore crescita prevista di questo settore, in particolare nei centri di chirurgia ambulatoriale, santésuisse respinge la proposta del Canton Vaud di escludere detti centri dal controllo delle autorizzazioni delle grandi attrezzature tecnico-mediche. Disponibile solo in francese


20.04.2020
Consultazione

santésuisse approva la modifica dell'ordinanza sulla compensazione dei rischi nell’assicurazione malattie (OCoR)

santésuisse saluta con favore la prevista modifica dell'ordinanza sulla compensazione dei rischi nell’assicurazione malattie (OCoR). Il tempo guadagnato con la fornitura anticipata dei dati all'istituzione comune LAMal permette agli assicuratori di tenere conto delle informazioni desunte dalla compensazione dei rischi nel calcolare i premi da sottoporre per approvazione all'autorità di vigilanza. È inoltre auspicabile che i dati forniti nel quadro della compensazione dei rischi all'IC LAMal possano essere impiegati per risolvere il problema dell'assicurazione multipla. La prevista modifica dell'ordinanza non risolve però la questione dei cosiddetti assicurati fantasma, ovvero le persone assicurate che non si possono più contattare perché, ad esempio, dopo il trasloco il loro nuovo domicilio è sconosciuto. Occorre trovare una soluzione per impedire che si tenga conto di queste persone nel calcolare la compensazione dei rischi. Disponibile solo in tedesco


16.04.2020
Consultazione

Cantone di Lucerna: presa di posizione di santésuisse sulla revisione parziale della legge sulla riduzione dei premi (PVG)

santésuisse concorda con le modifiche previste dalla revisione parziale. I contenuti dello scambio elettronico di dati relativi alla riduzione dei premi (SDRP) tengono conto dei nuovi requisiti di legge a livello federale, nonché della legislazione cantonale. Disponibile solo in tedesco


03.04.2020
Consultazione

Canton TG: santésuisse assume una posizione critica nei confronti della revisione della legge sull'assicurazione malattia (TG LAMal)

santésuisse è lieta che il Canton Turgovia metta in pratica le direttive federali sulla riduzione dei premi. Essa assume tuttavia una posizione critica sul previsto mantenimento della lista degli assicurati morosi. L’associazione considera scioccante includere in tale lista anche dei bambini e quindi garantir loro solo le cure d’urgenza. santésuisse ritiene infine che sia quantomeno problematico definire in maniera definitiva quando si tratta di urgenza. Disponibile solo in tedesco


26.03.2020
Consultazione

Cantone di Friburgo: il parere di santésuisse sulla pianificazione dell'assistenza a lungo termine 2021 - 2025

Dal punto di vista dei costi complessivi, santésuisse accoglie con favore l’obiettivo di trasferire i casi di assistenza leggera dalle case di cura al settore ambulatoriale. Il rapporto non descrive però l’impatto finanziario dell'adeguamento dei contributi per le case di cura e le organizzazioni Spitex / gli operatori sanitari in vigore dal 1° gennaio 2020. Inoltre, la previsione della domanda e la corrispondente pianificazione dei posti letto dovrebbero tener conto del fatto che gli anziani rimangono indipendenti sempre più a lungo e hanno bisogno di aiuto e assistenza a un’età più avanzata. Oltre a ciò, sarebbe opportuno illustrare un eventuale potenziale di coordinamento dell’offerta di posti letto con altri cantoni, in particolare il Cantone di Berna.


03.03.2020
Consultazione

Identificativi univoci e dispositivi di sicurezza sugli imballaggi di medicinali per uso umano

disponibile solo in tedesco La protezione dei/delle pazienti da medicinali contraffatti è importante. santésuisse accoglie pertanto con favore la possibilità di introdurre l’obbligo di apporre identificativi univoci e dispositivi di sicurezza sugli imballaggi dei medicinali.


07.02.2020
Consultazione

santésuisse si oppone alla modifica della LAMal concernente la rimunerazione del materiale sanitario

Il progressivo invecchiamento della popolazione comporta giocoforza un rimarchevole rialzo dei costi nell'ambito delle cure. Perciò è importante garantire cure di livello elevato anche in futuro, ma senza per questo farsi carico di costi inutili. Nel presente caso si provocano ulteriori costi pari a 65 milioni di franchi l'anno. Per questo motivo santésuisse si oppone alla prospettata modifica della LAMal concernente la rimunerazione del materiale sanitario. Le recenti decisioni del Tribunale amministrativo federale hanno chiarito la rimunerazione delle prestazioni. I Cantoni devono assumersi i costi residui non coperti concernenti il materiale sanitario. La progettata modifica della LAMal si rivela ancora una volta null'altro che il trasferimento dei costi da chi paga le imposte a chi paga i premi. Questo risultato deve essere perciò analizzato molto criticamente anche nell'ottica sociopolitica. La modifica della legge favorisce le case di cura, il personale infermieristico e le organizzazioni di cure e d’aiuto a domicilio rispetto agli altri fornitori di prestazioni, in particolare gli ospedali e i medici che, a loro volta, dispensano prestazioni di cura. Dobbiamo supporre che anche questi ultimi fornitori di prestazioni chiederanno di poter fatturare separatamente il materiale sanitario, analogamente al nuovo disciplinamento proposto. Di conseguenza avremo un forte aumento quantitativo che graverà sulle spalle degli assicurati, i quali dovranno farsi carico di spese ben superiori ai 65 milioni di franchi preventivati dall'UFSP. Disponibile solo in tedesco


29.01.2020
Consultazione

Canton Nidvaldo: legge d’applicazione della legge federale sull'assicurazione malattie (LCAMal)

santésuisse accoglie con favore le norme per l'attuazione della riduzione dei premi contenute nella legge d’applicazione della legge federale sull’assicurazione malattie del Canton Nidvaldo, in quanto sono idonee a rendere più equo il sistema di riduzione dei premi e a limitare, se non altro, il principio di aiuti a pioggia. Disponibile solo in tedesco


29.01.2020
Consultazione

Cantone di Zurigo: ordinanza della legge d’applicazione della LAMal

La nuova ordinanza della legge d’applicazione della LAMal del Cantone di Zurigo disciplina l'attuazione della riduzione dei premi. Secondo santésuisse, le disposizioni della nuova ordinanza che riguardano direttamente gli assicuratori malattie non fanno riferimento al comprovato scambio elettronico di dati “Riduzione dei premi” tra Cantoni e assicuratori. Disponibile solo in tedesco


13.01.2020
Consultazione

Maggiore competizione per i prodotti menzionati nell'elenco dei mezzi e degli apparecchi (EMAp), ma senza inutili costi aggiuntivi

disponibile solo in tedesco Maggiore competizione significa maggiori benefici per pazienti e assicurati. santésuisse accoglie perciò con favore ogni sforzo finalizzato a rafforzare la competizione nell'ambito dell'elenco dei mezzi e degli apparecchi (EMAp). Occorre tuttavia adeguare il progetto al fine di applicarlo senza eccessivi oneri supplementari per gli attori e per evitare di penalizzare gli assicurati. È necessario autorizzare convenzioni a livello di associazioni (ossia tra associazioni dei centri di consegna e società di acquisto degli assicuratori). Secondo santésuisse la soluzione ottimale consiste nell'assenza di limitazioni imposte dalla legge sui cartelli e dai Cantoni. Gli assicuratori malattia devono essere liberi di stipulare convenzioni facendo però attenzione a considerare tutte le posizioni EMAp. In questo modo possiamo aspettarci una soluzione efficace ed economica capace di sgravare chi paga i premi. santésuisse propone di affidare alla Confederazione il compito di assicurare l'approvvigionamento dei gruppi di prodotti menzionati nell'EMAp. Accentrare questo compito permetterà di ridurre gli oneri amministrativi dei Cantoni.



Persona di contatto

Compiti del Servizio giuridico

Il Servizio giuridico di santésuisse coordina i pareri e le prese di posizione su progetti cantonali o federali e in questo modo incide sulla politica sanitaria della Confederazione, dei Cantoni e dei Comuni. Il Servizio consiglia i membri su questioni concernenti l’assicurazione malattia e infortuni in particolare e della sanità in generale.

I pareri e le risposte alle consultazioni sono formulati da specialisti di santésuisse e, a seconda dell’argomento, in collaborazione con tarifsuisse sa, SASIS SA e SVK; dopo essere stati esaminati dai competenti gruppi di lavoro, i pareri vengono trasmessi ai membri per presa di posizione. I progetti di importanza politica vengono coordinati sempre con il Settore politica e il Gruppo di lavoro politica sanitaria.

I pareri e le prese di posizione sono disponibili al grande pubblico su questa pagina. Prima di inoltrarlo, si valuta se sia opportuno o necessario accompagnare il parere con un comunicato stampa.